Blog

L’affascinante momento della vendemmia, tra tradizioni e duro lavoro

Ogni anno tra agosto e settembre arriva il momento della vendemmia nella Sicilia occidentale. Un rito che rimanda a tradizioni della cultura popolare e che rappresenta la fine e, allo stesso tempo, l’inizio di tutto.

La fine del ciclo vegetativo della vite e, al contempo, il momento culmine del lavoro che svolgiamo quotidianamente in vigna.
L’inizio della vita del vino attraverso un percorso di maturazione, poi affinamento e rilascio sul mercato per raggiungere il consumatore.

A Roma fin dall’antichità, la vendemmia è stata celebrata con banchetti e festeggiamenti in onore del dio Bacco.

Anche nella campagne siciliane è sempre stata una vera e propria festa, l’occasione tanto attesa che riuniva intere famiglie agricole. Un momento di condivisione di fatica e gioia per la nuova produzione che celebra il legame tra uomo e natura.

Noi abbiamo scelto di mantenere vive alcune tradizioni.
Ancora oggi, la nostra vendemmia avviene manualmente, perchè soltanto in questo modo possiamo garantire la qualità del raccolto attraverso l’attenta selezione delle migliori uve già in vigna e, al contempo, preservare una parte della tradizione storica.

Nonostante la fatica del lavoro in vigna, non mancano momenti di svago con risate, racconti, canti popolari e la classica immancabile merenda accompagnata da un calice del nostro vino biologico.

Il profondo rispetto per le tradizioni agresti, è affiancato ad una costante tensione alla sperimentazione e alla volontà di innovare, che ci hanno portato ad adottare alcuni accorgimenti rispetto all’approccio tradizionale. Per questioni igieniche, abbiamo optato per l’impiego di cassette in materiali plastici che sostituiscono le tradizionali ceste in vimini.

Inoltre, l’impiego dei mezzi meccanici per trasportare le uve raccolte dalla vigna alla cantina, ci consente di preservare le loro qualità organolettiche sino al momento della pressatura.

La vendemmia 2021 la ricorderemo per i ritmi incalzanti, le alte temperature che ci hanno fatto iniziare nella prima metà di agosto – sempre un po’ prima ogni anno – e per la soddisfazione a fine giornata di aver raccolto uve belle e sane.

previousnext

No Comments

POST A COMMENT